All the places in Kent with lower coronavirus infection rates than London’s Tier 2 boroughs

Kent is headed for Tier 3 after lockdown – despite many areas recording lower coronavirus infection rates than districts now placed into Tier 2.

MPs recently called for the Tiers to be separated by district due to the wide range of infection rates with Swale and Thanet at the two highest infection rates in the country and Tunbridge Wells at the lower end of the spectrum.

London will be returning to Tier 2 as it was, previous to lockdown which now means it will have fewer restrictions than Kent. 

In particular, MP for Folkestone and Hythe was very upset with the news that all of Kent would be given the same Tier when parts of London in Tier 2 have higher infection rates than his constituency. 

Mr Collins said, “the Tier 3 restrictions for Folkestone and Hythe are disappointing not just because we have lower infection rates than some Tier 2 local authorities, but because the latest figures show that the national lockdown has started to bring the infection rates down from their peak.”

Damian Green MP for Ashford also Tweeted his disappointment.

“I’m hugely disappointed that the whole of Kent has been put into Tier 3. Before lockdown, we were in Tier 1 so what has lockdown achieved? We need the full analysis made public.” He said.

The MP for South Thanet Craig Mackinlay expressed his displeasure on Twitter regarding Kent being placed into Tier 3 once lockdown ends ending his tweet with #unhappy.

“The whole of #Kent allocated as ‘Very High’ #Tier3 from 2nd December, subject to @HouseofCommons approval next Tuesday. Some of the incoherent measures notably shops, gyms, worship & outdoor sports different from full #Lockdown. Review 16th December. #Road2recovery” he said.

#unhappy

The infection rate is measured based on the population and shows the number of cases per 100,000 residents.

London areas with a higher infection rate than Kent

Below is a list of Kent areas and all the areas in London with higher infection rates. 

Maidstone, Dover and Dartford infection rate of 273, 276.8 and 268.2

  • Havering, 342.9
  • Redbridge, 301.1

Canterbury infection rate 235.8

  • Havering, 342.9
  • Redbridge, 301.1
  • Barking and Dagenham, 264.0

Tonbridge and Malling infection rate 208.1

  • Havering, 342.9
  • Redbridge, 301.1
  • Barking and Dagenham, 264.0
  • Bexley, 235.2
  • Tower Hamlets, 229.7
  • Newham, 224.8, (794), 201.6, (712)
  • Enfield, 215.7, (720), 211.5, (706)
  • Waltham Forest, 213.7, (592), 233.2, (646)

Folkestone and Hythe infection rate 183.2

  • Havering, 342.9
  • Redbridge, 301.1
  • Barking and Dagenham, 264.0
  • Bexley, 235.2
  • Tower Hamlets, 229.7
  • Newham, 224.8
  • Enfield, 215.7
  • Waltham Forest, 213.7
  • Ealing, 204.8
  • Brent, 201.4
  • Hounslow, 200.7
  • Hillingdon, 194.9
  • Greenwich, 190.0

Sevenoaks infection rate 159.8

  • Havering, 342.9
  • Redbridge, 301.1
  • Barking and Dagenham, 264.0
  • Bexley, 235.2
  • Tower Hamlets, 229.7
  • Newham, 224.8
  • Enfield, 215.7
  • Waltham Forest, 213.7
  • Ealing, 204.8
  • Brent, 201.4
  • Hounslow, 200.7
  • Hillingdon, 194.9
  • Greenwich, 190.0
  • Merton, 178.2
  • Harrow, 176.0
  • Croydon, 160.8

Ashford and Tunbridge Wells infection rate 126.9, 117.9

  • Havering, 342.9
  • Redbridge, 301.1
  • Barking and Dagenham, 264.0
  • Bexley, 235.2
  • Tower Hamlets, 229.7
  • Newham, 224.8
  • Enfield, 215.7
  • Waltham Forest, 213.7
  • Ealing, 204.8
  • Brent, 201.4
  • Hounslow, 200.7
  • Hillingdon, 194.9
  • Greenwich, 190.0
  • Merton, 178.2
  • Harrow, 176.0
  • Croydon, 160.8
  • Hammersmith and Fulham, 159.3
  • Barnet, 158.1
  • Kingston upon Thames, 154.4
  • Hackney and City of London, 152.3
  • Sutton, 148.8
  • Bromley, 142.6
  • Lambeth, 139.2
  • Haringey, 135.5
  • Kensington and Chelsea, 128.7
  • Islington, 127.4

London areas with infection rates lower than all of Kent

The following areas are all lower than anywhere in the whole county. 

  • Westminster, 116.3
  • Wandsworth, 112.5
  • Southwark, 110.1
  • Richmond upon Thames, 108.1
  • Lewisham, 107.6
  • Camden, 88.9

La fiera del lavoro in rete è un biglietto caldo al municipio

Giovedì 6 settembre, i disoccupati in cerca di lavoro e di competenze hanno trovato molta ispirazione alla Fiera dell’occupazione e delle competenze a Hammersmith Town Hall, dove più di 70 espositori promuovevano posti di lavoro, corsi di formazione e apprendistato.

Centinaia di persone hanno partecipato all’evento, che si è svolto per cinque ore nella sala riunioni, con bancarelle tra cui Tesco, NHS, London Film Academy, John Lewis e numerosi college ed enti di formazione.

Alex Adeboye, 32 anni, è stato uno dei visitatori in cerca di ispirazione per fare scelte di carriera. “Non sono proprio sicuro di cosa sto cercando; Sono di mentalità aperta, ma questa fiera è utile per darmi idee “, ha detto.

L’agente speciale Deborah Charnley era in servizio, in uniforme, allo stand della polizia del Met, incoraggiando i visitatori a pensare al volontariato per acquisire competenze per tutta la vita, contribuire a rendere Londra più sicura … e possibilmente aprire la strada a una carriera a tempo pieno nelle forze di polizia.

“È un buon modo per entrare nella polizia”, ​​ha detto. “Molti datori di lavoro sostengono il personale che diventa agente speciale e molti danno loro un certo numero di giorni retribuiti. Abbiamo anche cadetti dai 13 ai 18 anni “.

It was the third jobs fair in a row that Prince’s Trust outreach executive Keisha Khyne-Sam had attended at the town hall. “There’s always been a good turnout,” she said, adding that she expected to be busiest later in the day, “because we’re looking for 16 to 30-year-olds, and a lot of them are only getting out of bed now!”

Sitting alongside her on the stand was Kyronne Parkes, a Prince’s Trust worker who actually got a job through the Employment and Skills Fair at the town hall six years ago.

“I lived in Sands End at the time, and I came along and got work as a gardener in Holland Park,” he recalled. “Then I realised that I was really more interested in working with people, so I joined the Prince’s Trust.”

Following the success of this year’s fair, H&F Cabinet Member for the Economy and the Arts, Cllr Andrew Jones, said he was delighted with the way the day had gone.

“This annual fair gives companies, training institutions and volunteer organisations a shop window, and gives H&F residents an idea of the spectrum of opportunities that exist,” he said. “We will continue to work with residents and local businesses to make H&F the best place to live, work and play in Europe.”

Hosted by WorkZone, the Shepherds Bush Library-based service to help local people secure jobs, in partnership with the council and Westfield London, the fair included free workshops on topics as varied as interview techniques, managing finances and adult apprenticeships.

Per ulteriori informazioni, chiamare Lesley Grant 020 8753 6548 / 07795 267 151 , e-mail o lesley.grant@lbhf.gov.uk .

Fulham Palace sta per riaprire le sue sale storiche e il museo

Fulham Palace riaprirà le sue sale storiche e il museo ai visitatori questo mese dopo sei mesi di chiusura.

L’edificio secolare vanterà nuovi percorsi di attività e mostre interattive come parte del suo nuovo look quando riaprirà il 24 settembre .

Una nuova tecnologia speciale darà vita alle storie del Fulham Palace, consentendo ai visitatori di immergersi nelle vite dei vescovi di Londra che un tempo chiamavano il palazzo casa.

Con parti dell’attuale edificio risalenti a più di 500 anni fa, la ricca storia del sito in Bishop’s Avenue è pronta per essere esplorata.

Le nuove mostre interattive utilizzeranno la tecnologia iBeacon per collegarsi agli smartphone dei visitatori per condividere la storia della stessa stanza in cui si trovano.

Gli stilo consentiranno inoltre agli appassionati di storia e architettura di esplorare le tavolette interattive attorno al museo.

La nuova tecnologia è un’opportunità per i visitatori di godere dei frutti di un progetto di restauro triennale da 3,8 milioni di sterline, completato nel maggio dello scorso anno.

Il progetto Discovering the Bishop of London’s Palace a Fulham prevedeva un maggiore accesso dei visitatori ad alcune delle parti più antiche del grande palazzo.

Il progetto includeva anche il nuovo museo, progettato dall’architetto e consulente del patrimonio, Purcell.

Le famiglie possono esplorare il museo e addentrarsi nelle sale storiche accanto al personaggio di Edmund, l’amato gatto del Fulham Palace, attraverso percorsi di attività di nuova creazione dedicati ai visitatori più giovani.

Sian Harrington, amministratore delegato del Fulham Palace, ha detto che è stato “emozionante” riaprire per la comunità locale e i visitatori provenienti da più lontano.

“Sebbene gli ultimi sei mesi siano stati un’esperienza molto difficile per tutti noi, e il Palazzo ha sofferto come molti altri musei e giardini, siamo lieti di accogliere i nostri visitatori di nuovo al museo e fare acquisti dal 24 settembre”, ha detto.

“Of course, you will need to pre-book and there will be a one-way system, but this is exciting progress for us.”

Free time slots are now available for pre-booking, with the museum and shop set to open from noon to 4pm on Thursdays to Sundays, while the café will also open its indoor space from 22 September.

Fulham Palace is also planning for the return of its popular annual Apple Day harvest celebrations on 4 October.

Taking place in the site’s atmospheric walled garden from 11am to 3pm, the event includes food stalls, green woodworking, live music, family activities and an arts and crafts market.

Le modifiche alle infrastrutture COVID-19 rendono più facile e sicuro andare in bicicletta e andare a scuola a piedi

Quest’anno sarà più facile e più sicuro per gli alunni andare a scuola a piedi o in bicicletta dopo che Hammersmith & Council ha introdotto nuove innovazioni infrastrutturali.

H&F ha introdotto una serie di misure, alcune in risposta alla crisi del COVID-19 e altre pianificate in anticipo, per aiutare coloro che si muovono nel quartiere senza auto.

I programmi che includono l’espansione della pavimentazione e la riduzione delle auto inquinanti vicino ai cancelli delle scuole aiuteranno ad affrontare la pandemia, la crisi climatica e migliorare la sicurezza.

“La crisi del COVID-19 ha agito da catalizzatore nel portare avanti molti degli schemi che avevamo già pianificato per migliorare la vita di pedoni e ciclisti”, ha affermato Cllr Wesley Harcourt, membro del governo H&F per l’ambiente.

“Abbiamo agito rapidamente per installare una serie di nuove misure, molte delle quali significano che i bambini in età scolare saranno molto più sicuri quando si spostano nel quartiere in bicicletta oa piedi”.

Spazi riallocati

Nei nostri centri cittadini lo spazio stradale è stato riallocato in modo che pedoni e ciclisti possano sentirsi più sicuri visitando negozi e servizi essenziali, o semplicemente di passaggio. I marciapiedi più larghi avranno più spazio per l’allontanamento sociale.

Sono state inoltre introdotte piste ciclabili completamente segregate lungo King Street, Hammersmith Road e intorno alla rotatoria di Hammersmith, nonché su Uxbridge Road e accanto a Shepherds Bush Green. Questi proteggono i motociclisti tenendoli separati dai veicoli a motore.

Scuole senza auto

Tutte le scuole di H&F hanno piani di viaggio che incoraggiano viaggi attivi e sostenibili come camminare, andare in bicicletta e andare in scooter.

Il consiglio ha anche lavorato a stretto contatto con 13 scuole in tutto il distretto per esplorare la possibilità di introdurre nuove strade scolastiche questo settembre. Questi schemi impediscono alle auto di utilizzare le strade immediatamente fuori dalla scuola durante gli orari di punta e di raccolta.

Le scuole coinvolte sono:

Fulham

  • Scuola elementare della Santa Croce
  • Queen’s Manor School e Special Needs Unit
  • Sir John Lillie Primary School

Hammersmith

  • Brackenbury Primary School
  • Earl’s Court Free School Primary
  • Ecole Francaise de Londres Jacques Prevert
  • Melcombe Primary School
  • St Paul’s Primary School
  • Scuola elementare di San Pietro
  • Scuola elementare gratuita di West London

Shepherds Bush

  • Miles Coverdale Primary School
  • Scuola elementare di Santo Stefano
  • Scuola elementare di Wendell Park

Più sicuro e più facile

School Streets contribuirà anche a migliorare la qualità dell’aria locale perché fermare i motori al minimo per non essere vicini ai cancelli della scuola e ridurre la congestione sulle strade nelle ore di punta.

In questo modo sarà più sicuro e più attraente per gli studenti andare a scuola a piedi o in bicicletta. Per aiutare in questo, il consiglio offrirà anche sessioni di formazione sul ciclo per adulti e bambini in età scolare a partire da settembre.

New package to support and enforce self-isolation

People will be required by law to self-isolate from 28 September, supported by payment of £500 for those on lower incomes who cannot work from home and have lost income as a result. New fines for those breaching self-isolation rules will start at £1,000 – bringing this in line with the penalty for breaking quarantine after international travel – but could increase to up to £10,000 for repeat offences and for the most egregious breaches, including for those preventing others from self-isolating.

For example, this could include business owners who threaten self-isolating staff with redundancy if they do not come to work, sending a clear message that this will not be tolerated.

A number of steps will be taken to make sure that people are complying with the rules, these include:

  • NHS Test and Trace call handlers making regular contact with those self-isolating, with the ability to escalate any suspicion of non-compliance to Local Authorities and local police;
  • Using police resources to check compliance in highest incidence areas and in high-risk groups, based on local intelligence;
  • Investigating and prosecuting high-profile and egregious cases of non-compliance; and
  • Acting on instances where third parties have identified others who have tested positive, but are not self-isolating.

Recognising that self-isolation is one of the most powerful tools for controlling the transmission of Covid-19, this new Test and Trace Support payment of £500 will ensure that those on low incomes are able to self-isolate without worry about their finances.

Just under 4 million people who are in receipt of benefits in England will be eligible for this payment, which will be available to those who are required to self-isolate from 28 September.

Local Authorities will be working quickly to set up these self-isolation support schemes and we expect them to be in place by 12 October. Those who start to self-isolate from 28 September will receive backdated payments once the scheme is set up in their Local Authority.

This financial support comes as the government places a legal requirement on people to self-isolate when instructed to by NHS Test and Trace and introduces tougher fines for breaking the rules.

Many people are following the rules around self-isolation, but these steps will make sure more do and help ensure the public do not unknowingly spread the virus.

The Prime Minister said:

The best way we can fight this virus is by everyone following the rules and self-isolating if they’re at risk of passing on coronavirus. And so nobody underestimates just how important this is, new regulations will mean you are legally obliged to do so if you have the virus or have been asked to do so by NHS Test and Trace.

People who choose to ignore the rules will face significant fines. We need to do all we can to control the spread of this virus, to prevent the most vulnerable people from becoming infected, and to protect the NHS and save lives.

And while most people are doing their absolute level best to comply with the rules, I don’t want to see a situation where people don’t feel they are financially able to self-isolate.

That’s why we’re also introducing a new £500 Test and Trace Support payment for those on low incomes who are required by NHS Test and Trace to remain at home to help stop the spread of the virus.

business bank accounts

If you run a company or organisation, a business bank account is a type of current account that lets you carry out, and keep track of, everyday transactions. Whether it’s buying goods from suppliers, or paying for services, a business bank account is essential.

This type of bank account is separate from your personal bank account, and usually comes with different features and services. Some banks set specific conditions on your business bank account depending on the size of your business, or the amount of turnover.

How to choose a business bank account

Whatever the size of your business, a business bank account is a good way to keep track of your company’s finances.

The best business bank account differs depending on your banking needs. Different business accounts come with varying features, and you need to see which are available to your business.

The features of a business bank account include:

An overdraft, which lets you borrow money through your business account – but watch out for expensive fees.
Debit cards, so you and your employees can spend money in person, online or by phone.
Online banking, so you can manage your business account through the lender’s website or app.
Post Office banking service, so you can conveniently pay cash into your account wherever there’s a Post Office.
A cheque book, which comes with most business bank accounts and lets you pay bills or one-off payments.
Branch banking, so you can pay in cash or cheques and convert notes into coins.
Interest, which you earn on a positive balance in your business bank account.
Accounting software integration, so it’s easier to run your business.

The best business bank accounts might also include other features. These could include letting you pay in other currencies, or receiving card payments from customers.

Check the cost of your business account

Most business accounts charge a yearly or monthly fee. Finding a free business bank account isn’t easy, but some banks give free business banking after you’ve used the account for a while. There could also be set business banking fees when you:

  • withdraw cash
  • write a cheque
  • pay money in
  • send money by bank transfer
  • use your overdraft
  • receive card payments.

It’s a good idea to check the fees for the transactions your business uses the most. Doing this can help you pick the best business account for your needs.
Here’s how much a business bank account costs.

Compare business bank accounts

If you’re considering different business accounts to find the best business bank account, our comparison table is a good place to start. It includes details of each business account’s requirements in terms of your company’s annual turnover. It also tells you which accounts are for what types of company.

Banks usually offer different business bank accounts, depending what type of company you have. The different types of companies include:

  • start-ups
  • sole traders or partnerships
  • small and medium sized enterprises (SMEs)
  • large companies and corporations.

Once you’ve worked out which accounts you’re eligible for, find the ones that offer the features you need. You can then compare business bank accounts and choose an account that suits your needs. Check the fees and see whether they pay interest on your balance.

Can you get a free business bank account?

If you’re a start-up or small business, you might be able to get free business banking, with no monthly fees.

According to the UK’s Companies Act 2006, a small business is one that has at least two of the following:

  • an annual turnover of no more than £5.6 million
  • an annual balance sheet total of not more than £2.8 million
  • 50 or fewer employees.

Open business account online

You can open a business bank account online in minutes. Using our our comparison table above you can compare business bank accounts and fill out the online application when you’ve chosen one that suits you.

To make it as quick as possible, it’s worth gathering as much information as possible before you try to open your online business bank account. Some important documents you might need include:

  • a document to prove your identity
  • a document to prove your UK address
  • further documentation to prove your company address
  • Companies House registration documents
  • registration forms.

If the bank needs to check anything, this could delay the process.

An online business account lets you manage your business finances and make payments 24 hours a day through your computer, tablet or phone.

One important feature of an online business account is accounting software integration. It sounds complicated, but it’s simply a way you can connect your bank account with accounting software you already use, or one you’d like to switch to. This way you don’t have to manually upload transactions, are fed in automatically. Popular accounting software often integrated with business accounts includes:

Every business banking software has different features. Once you’ve found the software that works for your business, you can choose the best business current account that’s compatible with it. Some software providers let you trial the software first, which is helpful.

Most banks and building societies offer online banking for free. But if you think you’ll definitely need it, double check this is available when you pick your business bank account.

How to switch to a new business bank account

Switching bank accounts is simple.

Businesses with fewer than 50 employees can use the Current Account Switch Service which is quick, simple and stress free. They do it all for you and you’re protected by the Current Account Switch Guarantee.

Here’s a list of banks that subscribe to the Current Account Switch Service.

Large businesses can ask their new bank to arrange it.

How much can you pay into my business current account?

Most business accounts have a minimum and maximum balance set by the bank. If your balance gets too high or low, you might be charged a fee.

Can you send and receive international payments from my business account?

Yes, but you might be charged.

Your business bank account will have a unique International Bank Account Number (IBAN). And all banks and financial organisations have a Business Identifier Code (BIC). You’ll need these details for international transactions. Most banks charge for the transfer so check this first.

Can you have more than one business banking account?

Yes, you can have more than one business bank account. If you can’t decide which is the best business bank account for you, you can try a few. But you’ll have to apply for each one separately.

What else does your business need?

If you’re running a business, there are lots of services you might need. These include:

Read our guide on running your own business and compare all business products.

Business bank account FAQs

Q

How long does it take to get a business account?

A

You could open one in minutes if you apply online or in a branch, but it could take longer if the bank needs more documents or have to run any checks.

Q

Can I have more than one business current account?

A

You can have more than one business current account but you will have to apply for the new account in the same way you did for the first.

Q

Can I use my personal account instead?

A

If you are a sole trader or your business is a partnership, your bank may let you. Incorporated and limited companies can only use business accounts.

Q

How much can I pay into my business account?

A

Most accounts have a minimum and maximum balance set by the bank. You may be charged a fee if your balance gets too low or high.

About our current accounts comparison

Q

Who do we include in this comparison?

Q

How do we make money from our comparison?

A

We have commercial agreements with some of the companies in this comparison and get paid commission if we help you take out one of their products or services. Find out more here.

You do not pay any extra and the deal you get is not affected.

Sicily Restaurant

“Eravamo responsabili della famosa catena di caffetterie Patisserie Valerie, e da questo è cresciuto il nostro desiderio di una sfida per creare un ristorante che riunisca i sapori italiani, un’esperienza culinaria familiare e un ottimo servizio.

Crescere in una tipica famiglia italiana ci dà passione per tutto ciò che facciamo. Non è solo la qualità dei nostri piatti ma la vera ospitalità italiana a fare la differenza.
L’Head Chef Andrea Betto dall’illustre Roma è stato con la Sicilia sin dall’inizio. Andrea prende ispirazione da tutto ciò che è mediterraneo, dalla pizza cotta su pietra e dalla pasta con sughi di ricette tradizionali, al pesce fresco e ai piatti di carne.

sicily lemon: ci procuriamo frutta e verdura da Covent Garden, carne da Smithfield e pesce, ovviamente, da Billingsgate, e le nostre “specialità dello chef” sono create in base alla disponibilità stagionale. Al mattino tra le 8:30 e le 12:00, la Sicilia si reinventa come un elegante caffè londinese con un eccellente caffè italiano servito proprio come piace a te, o tè inglese sfuso per accompagnare la tua colazione scelta.

La Sicilia può ospitare 136 persone in quattro diverse sale da pranzo. Rilassati nelle sale da pranzo principali su due piani dove puoi apprezzare una collezione in continua evoluzione di arte contemporanea, nonché sculture e bronzi della collezione privata di Enzo, o concediti il ​​piacere di osservare la gente dalla nostra terrazza esterna coperta.

In alternativa, prendi un tavolo vicino al bar per immergerti nell’atmosfera frizzante dei passanti che vengono a bere qualcosa o nei nostri regolari eventi di musica dal vivo: se stai cercando jazz dal vivo a Londra, la Sicilia è il posto che fa per te. Amiamo la famiglia quindi portate i bambini – sono disponibili seggioloni. Con strutture al piano terra e porte accessibili, siamo lieti di accogliere gli utenti su sedia a rotelle nel nostro ristorante.

Il team di Sicily non vede l’ora di darti il ​​benvenuto nel nostro ristorante e nelle ultime settimane è stato impegnato ad aggiornare le nostre valutazioni dei rischi e a mettere in atto nuove procedure e sistemi per mantenere il nostro personale, clienti e visitatori al sicuro.

Alcuni dei cambiamenti che vedrai:

  • Meno tabelle che seguono le linee guida governative per le distanze sociali, inclusi gli schermi
  • Sistema di coda che garantisce una distanza di 2 m durante i periodi di punta. Solo servizio al tavolo, igienizzato dopo ogni utilizzo
  • Nuovi punti di ingresso e uscita designati
  • Disinfettante per le mani gratuito in diversi punti
  • Menu e condimenti monouso, stoviglie ridotte per consentire una regolare sanificazione
  • Segnaletica chiara per comunicare i requisiti di coda per i servizi igienici
  • Ulteriori misure di pulizia e sanificazione in atto
  • Server designati per ridurre i contatti non necessari
  • Pagamento senza contanti
  • Gruppi limitati a un massimo di sei da non più di due famiglie / amici

Come richiesto dalle linee guida del governo e dal supporto del NHS Test & Trace, registreremo tutti i nomi dei visitatori e i dettagli di contatto e li conserveremo per un periodo di 21 giorni, ti assicuriamo che queste informazioni saranno al sicuro e seguiranno la nostra politica sulla protezione dei dati.

Chiediamo a tutte le persone che mostrano sintomi di COVID-19 di non entrare e di ricordare a tutti i visitatori di comportarsi in modo responsabile quando cenano con noi e di mostrare considerazione per il proprio benessere e per coloro che vi circondano.

Sicily Italian Restaurant London
2a Elizabeth Street
Belgravia
London
SW1W 9RB
020 7730 5498

Opening times
Mon to Sun:
8.30am – 11pm

Farina & More

Noi di Farina & More crediamo nel gusto naturale e autentico.
Crediamo nella semplicità dei nostri ingredienti, accuratamente selezionati e raccolti direttamente dall’Italia.

Usiamo la migliore “Farina”: farina biologica non raffinata mescolata a farine multicereali ad alto contenuto di fibre e magre. Il nostro impasto è stato sviluppato dopo anni di studi ed esperienza e contiene l’80% di acqua. Uniamo il lievito madre con il lievito normale per ottenere un impasto fragrante e gustoso.

Ma crediamo che il tempo sia effettivamente il nostro ingrediente migliore… usiamo la tecnica del ‘freddo’ che, con una maturazione dell’impasto che dura fino a 72 ore, permette alla nostra pizza di essere leggera, croccante e molto digeribile.

La nostra cucina rappresenta l’autenticità, la passione e lo spirito del cibo italiano.
Una combinazione di sapori, colori e profumi che nasce dalla nostra secolare tradizione.

Ma ci preoccupiamo anche dell’inclusività e, quindi, nei nostri menu troverai sempre delle ottime opzioni senza glutine e vegane.

Siamo italiani e amiamo combinare i nostri deliziosi pasticcini con caffè di alta qualità dall’aroma autentico, motivo per cui abbiamo pensato che un tipo di caffè non potesse soddisfare tutte le nostre esigenze e abbiamo selezionato due gusti molto distinti che vorremmo farti provare …

Pizza, Bakery and Coffee è il nostro mood unico, 100% italiano, portato con amore alla nostra Brook Green Community.

140 Shepherds Bush Rd, Hammersmith,
London W6 7PB

Send an Enquiry
call us 020 7602 066

TAXI

I black cab sono i taxi ufficiali di Londra: possono essere fermati per strada o si trovano presso gli appositi parcheggi dislocati nei punti più importanti della città come le linee ferroviarie principali e le fermate della metropolitana e degli autobus. È possibile anche prenotarli telefonicamente.

Se il segnale giallo luminoso è accesso, significa che il taxi è libero. I black cab sono obbligati per legge ad accettare tutte le corse di 12 miglia o meno (20 miglia per quelli in servizio all’aeroporto di Heathrow), o  di un’ora di durata.

Tariffe e consigli

Le tariffe sono calcolate con un tassametro, a partire da un minimo di 2,40 sterline. Sono previsti costi aggiuntivi per corse da Heathrow, prenotazioni telefoniche, e durante i giorni di Natale e Capodanno. Anche se la maggior parte dei black cab accettano pagamenti con carta di credito o debito (è previsto un costo aggiuntivo), consigliamo comunque di chiedere all’autista prima della partenza.

Per maggiori informazioni, visitate la sezione sulle tariffe dei taxi di Transport for London.

La mancia da lasciare al taxista normalmente è di circa il 10% del costo della corsa, anche se gran parte dei passeggeri arrotonda per eccesso alla sterlina.

Accesso ai black cab: passeggeri disabili o a mobilità ridotta

Tutti i black cab sono accessibili alle persone in sedia a rotelle, e trasportano cani da assistenza a titolo gratuito. La maggior parte dei taxi dispone di una serie di servizi supplementari per i passeggeri, tra cui:

  • Rampe
  • Sedili girevoli
  • Gradini di salita
  • Maniglie di sostegno interne ampie e colorate
  • Sedili con segnalatore visivo (per passeggeri con visibilità ridotta)
  • Interfono
  • Sistema di amplificazione a induzione magnetica

Taxi privati

I servizi di taxi privati comprendono una vasta gamma di veicoli, dai tradizionali minicab fino alle limousine con autista.

I minicab e gli altri taxi privati devono essere prenotati negli appositi uffici, telefonicamente o via email.

I minicab sono un’alternativa più economica rispetto ai black cab ufficiali, sempre a condizione che siano gestiti da compagnie serie e con licenza.  Generalmente le loro tariffe sono ragionevoli e i veicoli non dispongono di tassametro. Pertanto è consigliabile confermare il prezzo al momento della prenotazione.

Se si vuole prenotare un taxi privato o un minicab, gli hotel e gli ostelli dispongono solitamente di un elenco di operatori autorizzati e affidabili. In alternativa, esistono uffici minicab nella maggior parte delle strade principali. I taxi privati con licenza sono riconoscibili grazie al caratteristico disco distintivo di Transport for London, esposto sul lunotto anteriore e posteriore

Accesso ai taxi privati: passeggeri disabili o a mobilità ridotta

La gamma di veicoli utilizzata per i servizi taxi privati è molto ampia. È quindi consigliabile contattare l’operatore per accertarsi che risponda alle vostre esigenze di accessibilità. I taxi privati trasportano cani da assistenza a titolo gratuito.

Viaggiate sicuri 

I minicab senza licenza sono illegali. Per strada potreste essere avvicinati da autisti di minicab non autorizzati in cerca di clienti: sono servizi illegali, senza licenza, non assicurati e per niente sicuri: statene alla larga.

Prenotare un minicab con un operatore dotato di regolare licenza garantisce invece un viaggio in tutta sicurezza, con autisti e veicoli autorizzati. Inoltre, la corsa viene registrata per poter tracciare il tassista in caso di problemi.

Solo i taxi neri ufficiali (black cab) possono essere fermati per strada. Anche i minicab in fila fuori da pub e discoteche infrangono la legge se accettano una corsa senza previa prenotazione. Numerosi locali ospitano al loro interno operatori autorizzati di minicab che accettano prenotazioni. Contattate il personale per sapere se è disponibile un servizio minicab.

LA METROPOLITANA DI LONDRA

La Grande Londra è servita da 12 linee della metropolitana, oltre che dal Docklands Light Railway (DLR) e da una rete ferroviaria locale ad essa collegata. I treni della metropolitana circolano dalle 5:00 di mattina fino a mezzanotte e la domenica funzionano a orario ridotto. Gli orari esatti variano in base alla stazione e alla linea, pertanto è consigliabile controllare il sito di Transport for London.

Per informazioni più dettagliate sulle stazioni e sul migliore itinerario per raggiungere la vostra destinazione, si consiglia di utilizzare il Pianificatore Itinerari di Transport for London.

Dal 19 agosto 2016 la metropolitana di Londra è aperta tutta la notte il venerdì e il sabato. Leggi la nostra guida alla Night Tube, la metropolitana notturna di Londra.

Zone tariffarie della metropolitana di Londra

La mappa dei trasporti di Londra è suddivisa in nove zone concentriche, con le zone 1 e 2 che corrispondono al centro della città e le zone dalla 6 alla 9 che coprono l’estrema periferia. Per usufruire di tariffe più convenienti ed evitare le code, consigliamo di utilizzare un’Oyster card e/o una Travelcard. Ricordiamo che i passeggeri sprovvisti di regolare titolo di viaggio saranno soggetti all’immediato pagamento di una multa.

Per la metropolitana, le tariffe dell’Oyster card sono sempre inferiori a quelle dei tradizionali biglietti cartacei.

Varie riduzioni ed esenzioni sono disponibili per bambini, studenti, persone anziane e disabili. Per maggiori dettagli, consigliamo di visitare le sezioni dedicate alle Oyster card e Travelcard, così come il sito di Transport for London.

Mappe e guide gratuite della metropolitana di Londra

Trasport for London mette a disposizione, in tutte le stazioni della metropolitana, mappe e guide gratuite per favorire una più facile circolazione dei suoi utenti. Gli uffici di assistenza viaggiatori di Londra vendono i biglietti e forniscono mappe gratuite. Questi punti informativi sono localizzati, ad esempio, presso tutti i terminal dell’aeroporto di Heathrow, le principali stazioni di Londra e all’interno degli uffici informazioni turistiche.

Nella nostra sezione mappe è possibile scaricare una pratica mappa della rete metropolitana e degli autobus.

Consigli per chi viaggia in metropolitana

Ideate nel 1933 da Herry Beck, la piantina della metropolitana di Londra è un classico della progettazione del XX secolo. Il disegno è molto pratico e indica chiaramente le direzioni generali (nord, sud, est o ovest) utilizzate per designare i treni, e gli interscambi tra le linee. Di seguito altri utili consigli per l’utilizzo della metropolitana:

  • Se possibile, evitare di viaggiare durante le ore di punta (7:30-10:00 e 16:30-19:00)
  • Controllare la destinazione sulla parte anteriore del treno
  • Sulle scale mobili, rimanere sulla destra

Accesso alla metropolitana: passeggeri disabili o a mobilità ridotta

Alla maggior parte delle stazioni si accede attraverso scale e gradini. Nelle ore di punta, la metropolitana di Londra può essere molto affollata e, di conseguenza, per chi ha problemi di mobilità può risultare complicato spostarsi.

Molte stazioni situate nei livelli inferiori della metropolitana sono dotate di scale mobili per l’accesso alle piattaforme. Tuttavia, in quasi tutte queste stazioni sono anche presenti scale che collegano la strada con la biglietteria e/o le scale mobili e gli ascensori con le piattaforme. È possibile consultare quali stazioni sono prive di scale nella mappa della metropolitana scaricabile gratuitamente sulla sezione del nostro sito dedicata alle mappe di Londra.

Per salire sui treni della metropolitana, generalmente bisogna superare un gradino che può misurare fino a 20 centimetri, verso l’alto o verso il basso, tra la piattaforma e il treno. Nel caso questo possa costituire un problema, consigliamo di viaggiare nel primo vagone affinché il conducente possa vedervi più chiaramente e concedervi tutto il tempo necessario per salire o scendere.